BMW HP4: SuperBike per tutti (o quasi)


L’ultima versione della BMW S1000RR si propone con dei numeri eccezionali: 193 CV a 13.000 giri/min, 199 kg con l’ABS e il 90% del serbatoio pieno, corrispondenti a 169 kg a secco. Va ad arricchire la famiglia HP che nella serie a 2 cilindri è nata nel 2005 con la HP2 Enduro e si è ampliata con le HP2 Megamoto e HP2 Sport. HP sta per High Performance e 4 per il frazionamento della S1000. Ma non solo solo le prestazioni a distinguere le HP dalle altre BMW: basta osservare in dettaglio le dotazioni di questa macchina per capire che ci si trova di fronte a una vera moto da corsa, pronta per la pista. La S1000RR già dalla sua presentazione, nel 2009, montava il Race ABS e il Dynamic Traction Control (DTC) e sollevava l’asticella per tutti gli altri costruttori di hypersportive. Ora che anche la versione SBK ha raggiunto uno stadio di sviluppo tale da porla ai vertici della categoria la HP4 la affianca come replica della moto che nelle mani di Marco Melandri sta sfidando il primato della Aprilia di Max Biaggi.


 

DDC

Un acronimo che sta per Dynamic Damping Control ovvero un sistema attivo di variazione elettronica della taratura delle sospensioni in funzione delle condizioni del fondo stradale o del tipo di guida rilevati dalla sensoristica di bordo.

 

Race ABS

L’applicazione dell’ABS su una moto da corsa è un’esclusiva BMW. E’ possibile settarlo in 4 configurazioni per asfalto bagnato (Rain), strada (Road), pista con pneumatici intagliati (Race) e pista con pneumatici slick (Slick). L’esperienza maturata nel campionato tedesco SBK ha permesso un’eccellente messa a punto del sistema, che nell’opzione Slick consente decelerazioni soddisfacenti anche i piloti più esigenti.

 

Supergomma

La HP4 monta posteriormente una 200/55 ZR17. Il DTC è stato ottimizzato per dare il massimo di trazione con questo pneumatico in versione slick.

 

Lauch Control

Sempre in modalità Slick è possibile ottimizzare l’accelerazione da fermo tramite un sistema che consente di modulare la coppia motrice agendo solo sulla leva della frizione e mantenendo aperto l’acceleratore. Il sistema interviene anche quando la ruota anteriore  si solleva. L’accelerazione è inoltre ottimizzata dall’uso del cambio elettronico, che consente cambiate così rapide che non c’è praticamente discontinuità di coppia sulla ruota motrice.

 

Peso Piuma

Meno 2,4 kg derivano dall’uso di ruote in alluminio fucinato a 7 razze e una nuova corona. Meno 4,5 kg con l’uso del titanio per il sistema di scarico. Inoltre il Competition Package consente ulteriori azioni di riduzione peso grazie a una serie di componenti in metallo alleggeriti e dettagli in fibra di carbonio.

 

 

Avatar

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca