Moto Guzzi V9 Bobber e Roamer

V9 Roamer di ispirazione custom sostituisce la Nevada, nuovi cerchi ruota (da 19” l’anteriore e da 16” il posteriore), sella lunga con imbottiture con un’altezza da terra di soli 785 mm, manubrio rialzato e cromato consente una posizione di guida comoda e decontratta.

V9 Bobber l’essenzialità del design della moto è evidenziato dal look total black opaco, è l’unica rappresentante di bobber di serie di media cilindrata stile nato negli Stati Uniti nel secondo dopoguerra per mano di appassionati piloti che caratterizzavano le loro motoeliminanto ogni particolare superfluo che non servisse per correre veloci sulle piste di terra battuta.I cerchi ruota neri opachi, entrambi da 16 pollici, calzano pneumatici dalle spalle maggiorate (anteriore 130/90; posteriore 150/80).

Nuovo motore bicilindrico 850 Moto Guzzi per entrambe
Su V9 Roamer e V9 Bobber debutta una nuova unità motrice, si tratta di un bicilindrico trasversale a V di 90° raffreddato ad aria e olio, schema che contraddistingue tutta l’attuale produzione motoristica Moto Guzzi. Partendo dalla parte bassa del motore, il nuovo basamento in alluminio irrigidito nei punti nevralgici, adotta una nuova coppa dell’olio e un albero motore calibrato nelle inerzie per restituire vivacità e il giusto freno motore. Al suo interno il sistema di lubrificazione è disegnato per smaltire la maggiore capacità termica e ridurre gli assorbimenti di potenza a vantaggio sia delle prestazioni sia della riduzione dei consumi di carburante. È previsto un sistema di ventilazione che riduce le perdite di potenza dovute al pompaggio all’interno delle camere di manovella e una nuova pompa dell’olio a portata ridotta in grado di assorbire meno potenza. È nuovo il condotto di aspirazione della pompa dell’olio, così come la relativa valvola di by-pass; inoltre sono stati introdotti nuovi getti olio di raffreddamento del pistone, dotati di valvola di controllo e gestione del flusso. È nuovo anche il coperchio dell’alternatore che ora integra l’uscita dei gas di blow-by.
Nella parte alta del motore, la termodinamica è completamente nuova. Teste, pistoni e cilindri in alluminio sono studiati per sfruttare al meglio le caratteristiche del propulsore. La cubatura è ottenuta grazie a valori di alesaggio e corsa rispettivamente di 84×77 mm. La distribuzione è comandata da un sistema ad aste e bilancieri e adotta 2 valvole per cilindro disposte in maniera inclinata nella testa. L’alimentazione si affida a un sistema d’iniezione elettronica monocorpo Marelli. Nuova è la centralina elettronica di gestione del motore. Degna di nota è la presenza nelle teste dell’ingresso del sistema di aria ausiliaria, il quale, abbinato al catalizzatore trivalente, alla doppia sonda Lambda e alla totale nuova progettazione del motore, permettono al twin 850 Moto Guzzi di rispettare la normativa antinquinamento Euro 4. L’unità è capace di esprimere 62 Nm di coppia a soli 3.000 giri/min, con una potenza massima di 55 CV a 6.250 giri/min, valori che dimostrano l’impegno di Moto Guzzi nel raggiungere elevati livelli di coppia già ai bassi regimi di rotazione. È disponibile la versione depotenziata, in linea con le limitazioni della patente A2 e ideale per i nuovi guzzisti, che possono contare anche sul peso complessivo ridotto a livelli record e sulla generale facilità di guida di entrambe le V9. Un altro aspetto innovativo del motore 850 Moto Guzzi è la frizione monodisco a secco dal diametro di 170 mm, che consente di avere una perfetta trasmissione della coppia e della potenza senza nessuno strappo o esitazione. Aumenta in questo modo la robustezza e l’affidabilità nel tempo e diminuisce il carico sulla leva al manubrio, a vantaggio della modulabilità e del comfort di guida. Nuovo è il cambio a sei marce, precisissimo e morbido negli innesti, che beneficia di una inedita rapportatura sviluppata per sfruttare al meglio le caratteristiche di coppia e potenza del motore. La trasmissione finale si affida a un nuovo albero cardanico a doppio giunto disassato dalle dimensioni maggiorate e dalla nuova coppia conica, che garantisce solidità e affidabilità nella gestione della gran coppia fornita dal bicilindrico. Anche il forcellone in alluminio fuso è stato disegnato e dimensionato per supportare le prestazioni del motore, oltre che per ospitare il nuovo pneumatico da 150 mm.
Ampia la possibilità di personalizzazioni, un ricco catalogo di parti speciali permettono di personalizzare la propia V9 come meglio si crede.

Moto Guzzi V9 Roamer: (tra parentesi i dati di V9 Bobber)
MOTORE
Tipo    bicilindrico a V di 90°, 4 tempi, 2 valvole per cilindro
Raffreddamento    ad aria e olio
Cilindrata    853 cc
Alesaggio e corsa    84 x 77 mm
Rapporto di compressione    10,5 : 1
Potenza massima    40,44 kW (55 CV) a 6.250 giri/min
Coppia    62 Nm a 3.000 giri/min
Alimentazione     iniezione elettronica monocorpo Marelli MIU, gestione integrata di controllo di trazione su 2 livelli
Avviamento    elettrico
Impianto di scarico    in acciaio inox, del tipo 2 in 2 catalizzato a 3 vie con doppia sonda Lambda
Omologazione    Euro 4
TRASMISSIONE
Cambio    6 marce con ultimo rapporto di overdrive
Valore rapporti cambio
1^ 16/39 = 1 : 2,437
2^ 18/32 = 1 : 1,778
3^ 21/28 = 1 : 1,333
4^ 24/26 = 1 : 1,083
5^ 25/24 = 1 : 0,96
6^ 28/24 = 1 : 0,857
Trasmissione primaria    a denti elicoidali (rapporto  21/25 = 1: 1.190)
Trasmissione finale    doppio giunto di cardano e doppia coppia conica fissa (rapporto 8/33 = 1 : 4,125)
Frizione    monodisco Ø 170 mm con parastrappi integrato
CICLISTICA 
Telaio    tubolare a doppia culla scomponibile in acciaio ALS
Interasse    1465 mm
Avancorsa    125,1 mm (116,1 mm)
Inclinazione cannotto di sterzo    26,4°
Angolo di sterzo    38°
Sospensione anteriore    forcella tradizionale, Ø 40 mm
Escursione ruota anteriore    130 mm
Sospensione posteriore    forcellone con doppio ammortizzatore regolabile nel precarico molla
Escursione ruota posteriore    97 mm
Freno anteriore    disco flottante in acciaio inox,  Ø 320 mm, pinza Brembo a 4 pistoncini contrapposti
Freno posteriore    disco fisso in acciaio inox, Ø 260 mm, pinza flottante a 2 pistoncini
Ruote    in lega d’alluminio
Cerchio anteriore    2,50” x 19” (3,50” x 16”)
Cerchio posteriore    4,00” x 16”
Pneumatico anteriore    100/90 – 19” (130/90 – 16”)
Pneumatico posteriore    150/80 – 16” (150/80 B 16”)
IMPIANTO ELETTRICO 
Tensione impianto    12 V
Batteria    12 V – 18 Ah
DIMENSIONI
Lunghezza    2240 mm (2185 mm)
Larghezza      865 mm (840 mm)
Altezza     1165 mm (1160 mm)
Altezza sella    785 mm (780 mm)
Peso in ordine di marcia*     199 Kg
Capacità serbatoio carburante    15 litri
Di cui di riserva    4 litri
* Peso con moto pronta all’uso, con tutti i liquidi di esercizio, senza carburante