NITO: da Torino nel segno dell’innovazione sostenibile

Non è un caso che Cesar Mendoza abbia fondato la NITO, ovvero Nuova Industria Torinese. Lui, torinese di adozione, dopo essere stato alla guida dello IED, un’eccellenza nella cultura tecnica di questa città, una scuola leader nell’Industrial Design dove ogni anno si ‘forgiano’ i futuri designer che porteranno innovazione nel mondo, non poteva che buttarsi direttamente in un’impresa di questo genere.

Cesar Mendoza illustra al pubblico il suo progetto

Cesar Mendoza illustra al pubblico il suo progetto

NITO nasce due anni fa con l’obiettivo di produrre e vendere veicoli a due ruote a basso impatto ambientale. Qualcuno addirittura a impatto zero, tanto da richiedere la sola… energia umana: “L’approccio a questa tematica è passata attraverso la proposta iniziale di un semplice monopattino pieghevole e poi di un’innovativa bicicletta, anch’essa pieghevole, frutto dell’ingegno di due studenti dello IED”. Ci ha detto Mendoza. “Una scelta imposta dalla necessità di portare il marchio NITO sul mercato in tempi relativamente stretti”. Ma mentre negli uffici della NITO si studiava come rendere questi oggetti ‘stilosi’ con soluzioni non banali, parallelamente Cesar covava due progetti ben più ambiziosi. “L’idea era quella di produrre dei mezzi agili, semplici, relativamente economici e in grado di poter circolare liberamente nei centri delle grandi città, sempre più popolati”.

Il monopattino e la bicicletta NITO

Il monopattino e la bicicletta NITO

La sua passione per la motocicletta lo ha fatto immediatamente propendere per le due ruote a motore, non prima però di aver valutato i pro e i contro delle varie soluzioni di mobilità a basso impatto ambientale. Mendoza è profondamente convinto che il futuro sia elettrico. Non da oggi, ma da molti anni, fin da quando con lo IED iniziò a collaborare con Tesla. Ma per convincersi e convincere che la risposta sia a due ruote ha fatto un semplice test. Ha percorso un tipico tragitto casa-lavoro (gli uffici della NITO sono in pieno centro) lungo circa 1,6 km. I risultati, cronometro alla mano, hanno visto il pedone all’ultimo posto con 19′, anche se non troppo distanti dai 16′ impiegati in auto. Seguono bicicletta e monopattino (circa 10′) e infine la moto, con 6′. La differenza di 10′ a tratta moltiplicata per un anno lavorativo fanno tante ore ‘rubate’ ad altre attività. E in termini di denaro un costo 10 volte inferiore…

Le due ruote elettriche, secondo NITO, sono l'unica risposta al traffico cittadino

Le due ruote elettriche, secondo NITO, sono l’unica risposta al traffico cittadino

“In un anno spederemmo 50 €, pari al pieno di una vettura diesel…”, ci dice convinto Mendoza. “Senza contare il bollo azzerato e i vantaggi assicurativi”. Moto sia, dunque. Ma Torino, si sa, è la capitale dell’auto, se non più come produzione certamente come competenze tecniche. Come può conciliarsi con un progetto motociclistico? “E’ vero, ma facendo un passo indietro nel tempo ho scoperto che nel 1925 a Torino e dintorni esistevano 120 piccoli Costruttori di motociclette, scesi a 12 negli anni ’50, a soli 2 negli anni ’70 e quindi a zero. Noi di NITO abbiamo voluto per primi ribaltare questo trend proponendoci come il primo Costruttore torinese degli anni 2000… E una sinergia con chi opera nell’automotive in questo territorio è oggi assolutamente possibile, anche se deve essere affiancata a selezionati partner del Far East…”.

NITO ha così creato due famiglie di veicoli: una a propulsione umana e l’altra a propulsione elettrica presentate con successo al recente EICMA.

N1, il monopattino pieghevole con ruote da 10″ con camera d’aria personalizzabile in 24 versioni. Prezzo di vendita € 280. Disponibile da fine novembre 2016.

N2, la bicicletta pieghevole in tre posizioni (bici, monopattino o piegata trasportabile) con ruote da 20″. Peso 12,5 kg. Prezzo € 480 da aprile 2017.

N3, il ciclomotore con motore elettrico da 1,5 kW, pieghevole, omologato per 1 persona, 45 km/h, autonomia 50 km, peso 50 kg. Prezzo € 3.290 (€ 2.850 i primi 100) da febbraio 2017.

NES (NITO Electrical Scooter) lo scooter anche per due persone con motore di 4 kW, 45 km/h, autonomia 75-80 km, peso 85 kg. Prezzo € 4.750 dall’estate 2017.

NITO commercializzerà i propri prodotti attraverso il web, sul sito nitobikes.com. Ma questa strategia sarà abbinata a una serie di negozi (tipicamente uno per ogni grande città) dove i mezzi potranno essere visti, toccati e provati. Si inizierà con Torino, Milano e Genova per poi proseguire su tutto il territorio nazionale. Auguri NITO!
http://www.nitobikes.it

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca