DUCATI SUPERSPORT

Il Ducati Design Center ha creato una moto dinamica, elegante, visivamente compatta e leggera, inconfondibilmente Ducati, con forti richiami alla supersportiva Panigale. La SuperSport è una sportiva stradale accessibile grazie alla facilità di guida, alla sicurezza attiva offerta dal Ducati Safety Pack (ABS Bosch + Ducati Traction Control) e all’elevato valore del suo equipaggiamento, in rapporto al prezzo, abbinato ai lunghi intervalli di manutenzione. Agile in città, comoda in autostrada ed efficace tra le curve dei percorsi fuoriporta, la SuperSport è anche versatile. La posizione in sella confortevole per pilota e passeggero, la protezione aerodinamica assicurata dal plexiglass regolabile in altezza e la buona autonomia garantita dal serbatoio da 16 litri, fanno della   nuova sportiva Ducati anche una divertente compagna di viaggio sui tragitti di media lunghezza. La gamma SuperSport comprende anche la versione SuperSport S, equipaggiata di sospensioni Öhlins completamente regolabili, Ducati Quick Shift up/down e coprisella passeggero; questi ultimi contenuti disponibili, come accessori, anche per la SuperSport.

Design
La vista frontale ha un forte family feeling con la supersportiva Panigale. Il proiettore, fortemente caratterizzato dalla firma luminosa della luce diurna a LED, Daytime Running Light (DRL), ha parabole per anabbagliante e abbagliante posizionate in ombra sotto di essa, quasi nascoste se si guarda la moto standovi di fronte. Proprio come accade con il top di gamma delle sportive Ducati. Il cupolino della SuperSport, basso per creare una linea filante e dinamica, si collega centralmente al serbatoio in acciaio, portando il colore della carrozzeria fin dentro all’elegante cockpit, dal disegno moderno e che alloggia il cruscotto LCD. La protezione aerodinamica è garantita da un plexiglass di taglio sportivo, regolabile in altezza su due posizioni. La vista laterale è caratterizzata da linee, proporzioni e volumi tipici delle sportive Ducati. Coda filante e serbatoio scultoreo ne sono i protagonisti. Quest’ultimo si raccorda con carene e cupolino attraverso spalle muscolose che incorniciano l’iconico telaio a traliccio. Il taglio della carena inferiore, che lascia scoperto il collettore di scarico e il basamento del motore, è stato pensato per alleggerire questa vista, come deve essere su una SuperSport Ducati. Il silenziatore laterale, sportivo, compatto, a due uscite sovrapposte, dimostra, ancora una volta, la cura che Ducati riserva ai componenti tecnici. La sua forma e la posizione bassa esaltano il dinamismo della coda, lasciano completamente a vista il disegno a “Y” delle razze del cerchio posteriore e garantiscono spazio alle valigie laterali, disponibili come accessorio. La sella, unica per pilota e passeggero con le due porzioni delimitate da cuciture a contrasto e da un accenno di “schienalino” per il pilota, risulta confortevole nell’uso quotidiano e idonea per quello sportivo. La sua forma in pianta completa, insieme con serbatoio e cupolino, l’inconfondibile siluette di tutte le Ducati con un’anima più sportiva.

Ergonomia
Per coniugare comfort, versatilità e allo stesso tempo assicurare una condotta di guida sportiva è stata rivolta molto attenzione al triangolo di ergonomia, alla protezione aerodinamica e alla libertà di movimento del pilota. La sella, in un unico pezzo, con la zona pilota a 810 mm da terra consente di appoggiare facilmente i piedi al suolo, l’altezza a cui sono posizionati i semimanubri è tale da non caricare troppo i polsi, mentre le pedane sono collocate in modo da non affaticare le ginocchia, pur garantendo di esercitare il massimo controllo. Il plexiglass, regolabile in altezza su due posizioni con una escursione di 50 mm, consente la necessaria protezione all’aria alle velocità autostradali; protezione che può essere incrementata montando il plexiglass touring di maggiori dimensioni, disponibile come accessorio. Le pedane pilota separate da quelle passeggero, insieme a un silenziatore di scarico laterale dalle dimensioni compatte, danno massima libertà di movimento in sella. Questa posizione di guida si apprezza nell’uso quotidiano e nei viaggi di media durata, ed è garanzia di divertimento nella guida sportiva quando il ritmo sale. La porzione di sella riservata al passeggero è ben distanziata dalle pedane ed è adeguatamente imbottita. Per un maggior comfort è possibile scegliere, dalla lista accessori, una sella con maggiore imbottitura adatta ai viaggi più lunghi e le maniglie passeggero esterne che offrono una presa più ergonomica rispetto a quelle di serie integrate nel sotto sella.

Motore
La SuperSport è spinta dal già noto e apprezzato bicilindrico Ducati Testastretta 11° da 937 cm3 rivisto per questa applicazione. Omologato Euro 4, ha quattro valvole per cilindro, sistema ad aria secondaria, raffreddamento a liquido, rapporto di compressione di 12,6:1, misure di alesaggio e corsa rispettivamente di 94 e 67,5 mm. Il motore eroga una potenza di 113 CV a 9.000 giri/minuto (il valore di potenza indicato è stato misurato mediante un banco a rulli dinamometrico) e una coppia massima di 96,7 Nm a 6.500 giri/minuto. Il carter e le teste del bicilindrico Testastretta 11° della SuperSport sono stati ridisegnati per consentire al motore di essere parte integrante del telaio; altre modifiche riguardano i nuovi passaggi acqua all’interno delle teste, e il cover alternatore dal disegno specifico per il montaggio del nuovo sensore marcia. Il motore respira grazie a corpi farfallati con diametro di 53 mm comandati da un sistema full Ride-by-Wire. I sistemi di controllo motore e di iniezione sono inediti per questa motorizzazione. L’impianto di scarico ha condotti da 54 mm di diametro esterno che disegnano un lay-out di tipo 2-1-2 con presilenziatore inferiore collegato ad un silenziatore laterale con due uscite sovrapposte dalle dimensioni estremamente compatte. Il bicilindrico Ducati ha intervalli di manutenzione ogni 15.000 Km, o 12 mesi, con controllo gioco valvole ogni 30.000 km: valori di assoluto riferimento per il settore. Il motore è dotato di cambio a sei rapporti con sensore marcia specifico che permette di equipaggiare la gamma SuperSport con l’avanzato Ducati Quick Shift (DQS) up/down, di serie sulla SuperSport S e disponibile come accessorio per la SuperSport. La frizione, con comando a cavo, dal ridotto sforzo alla leva, è a bagno d’olio  con funzione    anti- saltellamento. La funzione anti-saltellamento interviene quando la coppia alla ruota ha un’azione contraria e realizza una riduzione della pressione sui dischi che consente di mantenere la stabilità del veicolo nelle scalate aggressive tipiche della guida sportiva.

Curve di potenza e coppia
Il bicilindrico Ducati Testastretta 11° sviluppa una curva di coppia piena e corposa su tutto l’arco di utilizzo, per una risposta sempre pronta a ogni richiamo del gas, caratteristica fondamentale per una moto dall’utilizzo prevalentemente stradale. A 3.000 giri/minuto è già disponibile circa l’80% della coppia massima, al salire dei giri il valore di coppia cresce in modo deciso e lineare, fino a raggiungere il picco di 96,7 Nm a 6.500 giri/minuto. Dopo tale soglia, la curva di coppia decrescere gradualmente mantenendosi a un valore superiore al 90% sino a 9.000 giri/minuto; regime in prossimità del quale è erogata la potenza massima di 113 CV a 9.000 giri/minuto (il valore di potenza indicato è stato misurato mediante un banco a rulli dinamometrico).  Nell’uso stradale il Testastretta 11° garantisce un’elevata riserva di potenza a ogni regime, che si traduce in rapide accelerazioni in uscita di curva con un ridotto uso del cambio, per il massimo piacere di guida. La potenza massima di 113 CV (il valore di potenza indicato è stato misurato mediante un banco a rulli dinamometrico) è completamente sfruttabile su strada senza grande impegno da parte del pilota che  proverà la piacevole sensazione di avere il pieno controllo della moto. I sistemi di gestione motore e di iniezione sono stati messi a punto per esaltare le caratteristiche del bicilindrico, tenendo conto del tipo di utilizzo della SuperSport. Il comando gas elettronico è preciso nel trasmettere al motore le richieste del pilota a cui segue una risposta morbida e sempre prevedibile, che asseconda perfettamente la versatilità d’uso della SuperSport.

Telaio
La SuperSport sfrutta l’ultima evoluzione del telaio a traliccio che prevede il motore come elemento strutturale della ciclistica. Alle teste dei cilindri è collegato il traliccio principale in acciaio, mentre a quella del cilindro verticale è invece fissato il telaietto posteriore reggi sella, sempre in acciaio. Questa configurazione permette di avere un telaio molto compatto, leggero e dall’elevata rigidità torsionale, caratteristica perfetta per esaltare le doti dinamiche della SuperSport. La configurazione del telaio con motore portante contribuisce ad avere un peso in ordine di marcia di 210 Kg. L’interasse di 1.478 mm, unitamente alla geometria di sterzo con l’inclinazione canotto di 24° e l’avancorsa  di 91 mm, rendono la SuperSport maneggevole, leggera e rapida nello scendere in piega, garantendo sempre la massima stabilità in percorrenza di curva e in velocità. A rendere così evidenti fin dal primo approccio queste caratteristiche della SuperSport contribuisce anche la scelta della misura 180/55 dello pneumatico posteriore che combina maneggevolezza e impronta a terra. Le performance telaistiche sono assecondate da un angolo di piega di 48°, che non pone limiti al divertimento su strada. Il ponte di comando della SuperSport è caratterizzato da una coppia di eleganti semimanubri forgiati in alluminio montati sopra la testa di sterzo che lasciano in mostra i registri di regolazione delle forcelle. Gli attacchi delle pedane sono pressofusi in alluminio e montano poggiapiedi con un disegno del profilo pensato per offrire il massimo grip durante la guida. A richiesta è possibile sostituire le pedane con altre rivestite in gomma, più adatte per un impiego urbano. Le pedane pilota sono complete di para tacco in alluminio, quelle passeggero sono direttamente collegate al telaietto posteriore e possono  essere  facilmente rimosse quando si desidera  un look ancora più sportivo. Nel sotto sella trova posto oltre alla trousse attrezzi, una comoda presa USB impermeabile, per la ricarica del cellulare.

Sospensioni
Da  vera  sportiva  Ducati,  la  SuperSport  è  dotata   di   sospensioni   regolabili   e   forcellone  monobraccio in alluminio, fuso in gravità, che presenta caratteristiche di elevata rigidità e peso ridotto, conferendo alla moto un aspetto tecnico e professionale. L’anteriore è equipaggiato con una forcella Marzocchi con steli da 43 mm di diametro completamente regolabile nell’idraulica e nel precarico, il retrotreno con un monoammortizzatore Sachs, fissato al cilindro verticale da una parte e al monobraccio dall’altro, con regolazione del precarico molla e del freno idraulico in estensione. La SuperSport S è dotata di raffinate sospensioni pluriregolabili Öhlins; all’anteriore vi è montata una  forcella con steli da 48 mm di diametro, con trattamento TiN per la massima scorrevolezza, e al posteriore un monoammortizzatore Öhlins, completamente regolabile, con serbatoio del gas integrato.

Pneumatici e cerchi
La SuperSport monta cerchi in lega a tre razze dall’aggressivo disegno a “Y” nelle misure  3.50 x 17 all’anteriore e da 5.50 x 17 al posteriore. I cerchi calzano i nuovi  Pirelli Diablo Rosso III da 120/70 ZR 17 all’anteriore e 180/55 ZR 17 al posteriore. Il Pirelli Diablo Rosso  III è il successore diretto del Diablo Rosso  II del quale eleva sportività, maneggevolezza e aderenza, portando a un livello superiore le prestazioni offerte da un pneumatico stradale. Il Diablo Rosso III presenta nuovi profili, materiali di ultima generazione, una innovativa struttura, nuove mescole e un disegno del battistrada derivato direttamente da quello del Diablo  Supercorsa per offrire prestazioni di assoluto riferimento e costanti nel tempo, in termini di sicurezza, prevedibilità delle reazioni, e tenuta, anche su bagnato.

Impianto frenante
L’impianto frenante della SuperSport è tipico dei modelli più sportivi per contenuti tecnici e per impatto visivo. All’anteriore ci sono pinze radiali monoblocco Brembo M4-32 che agiscono su due dischi da 320 mm di diametro, azionate da una pompa radiale Brembo PR18/19 con serbatoio separato e leva regolabile. Al posteriore la SuperSport è dotata di un disco da 245 mm di diametro, su cui lavora una pinza Brembo a due pistoncini. L’impianto Brembo offre una frenata potente e una eccellente linearità tra forza applicata e risposta frenante, che si traduce in prontezza e modulabilità con un ottimo feeling alla leva. L’impianto frenante è gestito dal sistema ABS Bosch 9MP con 3 mappature.

Ducati Quick Shift (DQS) up/down
Il Ducati Quick Shift (DQS) up/down è un sistema elettronico derivato dalle corse che permette di cambiare e scalare le marce senza l’utilizzo della frizione e senza chiudere il gas nel passaggio ad una marcia superiore. È composto di un microinterruttore bidirezionale integrato nel cinematismo della leva cambio che, in corrispondenza di ogni azionamento, invia un segnale alla centralina di controllo motore. Il sistema agisce in modo distinto per cambiata e scalata, integrando l’azione su anticipo accensione e iniezione, nella fase “upshift”, con l’apertura controllata della valvola a farfalla (“blipping” automatico) quando si preme il pedale del cambio nel funzionamento in “downshift”. L’entità e la durata delle diverse attuazioni è finalizzato a garantire la massima fluidità di innesto nelle diverse condizioni di guida, lavorando nella fase di scalata in sinergia con frizione antisaltellamento. In accelerazione permette di risparmiare frazioni di secondo  altrimenti perse dovendo chiudere l’acceleratore e agire sulla leva della frizione, e aumenta la stabilità perché viene ridotto il tempo in cui non è erogata potenza. In scalata, durante una frenata, permette di inserire le marce in maniera agevole senza intervenire sulla frizione, facendo sì che il pilota possa concentrarsi esclusivamente sulla manovra di frenata e inserimento in curva. Questo sistema non solo aumenta il divertimento durante la guida sportiva, ma rappresenta anche un valido aiuto nel traffico cittadino e sulle strade tortuose che richiedono un frequente uso del cambio. Il Ducati Quick Shift (DQS) up/down è di serie sulla SuperSport S mentre è disponibile come accessorio  per la SuperSport.

Ducati Safety Pack (DSP)
La  SuperSport  è dotata del pacchetto Ducati Safety Pack (DSP)   che comprende l’ABS  9 MP  Bosch  e   il Ducati Traction Control (DTC)  che insieme esaltano  le prestazioni  dinamiche,  ottimizzano  il  controllo  e offrono un livello di sicurezza in sella alla SuperSport  tra i più elevati disponibili sul mercato.

Sistema ABS Bosch
La SuperSport è equipaggiata con un impianto frenante Brembo gestito dall’ABS 9 MP Bosch a taratura multipla con sensore di pressione integrato. L’ABS 9 MP Bosch impedisce il bloccaggio delle  ruote e previene il sollevamento del posteriore garantendo la minore distanza di arresto e la maggiore stabilità. La regolazione su 3 livelli permette di passare da un livello all’altro selezionando il Riding Mode desiderato per avere il settaggio ottimale in qualsiasi condizioni di guida. Il livello 1 è raccomandato per superfici ad alta aderenza, in questa configurazione l’ABS Bosch offre prestazioni da pista, interviene solo sull’anteriore e non prevede l’attivazione della funzione anti-sollevamento del posteriore; il livello 1 di default non è abbinato a nessun Riding Mode, se il pilota lo desidera lo può associare al Riding Mode che preferisce entrando nello specifico menu. Con il livello 2 si attiva l’ABS Bosch anche sulla ruota posteriore e si abilita il controllo dell’anti-sollevamento, il livello 3 corrisponde al massimo grado di intervento sulla frenata e sul sollevamento del posteriore. L’intervento dell’ABS Bosch è disinseribile in qualsiasi Riding Mode e rimane disinserito anche al successivo Key-On. È possibile ripristinare facilmente le impostazioni iniziali attraverso l’opzione “default”.

Ducati Traction Control (DTC)
Il DTC è in grado di rilevare e successivamente controllare il pattinamento della ruota posteriore, contribuendo ad aumentare le performance e la sicurezza attiva della moto. Il DTC Ducati offre la possibilità di scegliere tra otto profili o “livelli di sensibilità”, ciascuno dei quali è programmato con un diverso valore di tolleranza allo slittamento, commisurato a livelli progressivi di capacità di guida e/o delle condizioni di aderenza (classificati da uno a otto). Il livello 1 è caratterizzato dal minimo grado di intervento del sistema, mentre il livello 8 offre il massimo della sensibilità. La SuperSport è dotata  di una versione  del software DTC, ottimizzata per garantire una risposta morbida grazie all’intervento sul solo anticipo di accensione per ridurre la coppia, fino a quando viene ristabilito completamente il grip del retrotreno. I livelli di DTC sono preimpostati da Ducati per ciascuno dei tre Riding Mode, ma possono essere personalizzati singolarmente e memorizzati, per soddisfare al meglio le esigenze del pilota. L’intervento del DTC è disinseribile in qualsiasi Riding Mode e rimane disinserito anche al successivo Key-On. È possibile ripristinare facilmente le impostazioni iniziali attraverso l’opzione “default”.

Ducati Riding Mode
La strategia dei Riding Mode Ducati consente di scegliere fra differenti modalità preimpostate dei parametri motore e dei controlli elettronici per adattare il carattere della moto allo stile di guida del pilota e alle condizioni ambientali. La SuperSport è dotata di tre Riding Mode, denominati Sport, Touring e Urban. Ciascuno di questi agisce sul sistema elettronico Ride-by-Wire; modificando potenza ed erogazione, sui livelli di intervento di ABS Bosch e DTC e sull’attivazione del DQS up/down. Il cambio di Riding Mode può essere facilmente effettuato durante la guida, agendo sull’apposito pulsante, mentre la personalizzazione dei parametri associati in origine da Ducati ad ogni Riding Mode può avvenire solo a moto ferma per motivi di sicurezza. È sempre possibile ripristinare facilmente le impostazioni iniziali attraverso l’opzione “default”.

Sport
Il Riding Mode Sport consente alla SuperSport di esprimere tutto il suo potenziale su strada. Il motore eroga 113 CV* con una risposta diretta del Ride-by-Wire all’apertura del gas, basso intervento del sistema DTC, livello 3, ABS Bosch a livello 2, con medio controllo del sollevamento del posteriore. Il DQS è acceso.
Touring
Il Riding Mode Touring garantisce il miglior bilanciamento tra prestazioni e comfort. Il motore fornisce la piena potenza (113 CV*), con una risposta progressiva del Ride-by-Wire all’apertura del gas, intervento medio del sistema DTC (livello 4) e l’ABS Bosch a livello 3 per garantire il massimo controllo e stabilità in frenata. Il DQS è acceso.
Urban
Il Riding Mode Urban è pensato per superfici a scarsa aderenza. La potenza è limitata a 75 CV con una risposta progressiva del Ride-by-Wire all’apertura del gas, il DTC ha intervento ancora più consistente (livello 6) mentre l’ ABS Bosch mantiene il settaggio al livello 3. Il DQS è spento.

* il valore di potenza indicato è stato misurato mediante un banco a rulli dinamometrico

Strumentazione LCD
La strumentazione compatta della SuperSport prevede spie luminose nella parte superiore del cruscotto per segnalazioni relative a: folle, frecce, abbaglianti, DRL, spia stato ABS, spia stato DTC, spia intervento DTC, spia errore motore (MIL), limite giri/motore, pressione olio e riserva di carburante. La  parte  inferiore, riservata alla visualizzazione di tutti gli altri dati, comprende un display LCD, dominato dalla banda grafica semicircolare del contagiri e dal dato della velocità in evidenza al centro. Le altre indicazioni fornite dal display sono relative a: totalizzatore, trip1 e trip2, temperatura liquido raffreddamento motore, temperatura ambientale, orologio e indicazione attivazione DQS (se presente). Inoltre, visualizza, livello carburante, l’autonomia residua, consumo istantaneo, consumo medio, velocità media e durata viaggio. In maniera permanente sono mostrati la marcia inserita, il Riding Mode prescelto e i corrispondenti livelli di ABS e DTC impostati. Il cruscotto LCD è predisposto per visualizzare le informazioni del Ducati Multimedia System (DMS) che consente di connettere alla moto, attraverso il modulo Bluetooth disponibile come accessorio, il proprio smartphone e di gestirne alcune funzioni attraverso pulsanti al manubrio. Sul display sono visualizzati i comandi del “music player”, le icone di stato connessione auricolari e di avviso chiamata entrante e messaggio ricevuto.

124965_broadcast55

Fari e indicatori
Il proiettore della SuperSport è frutto di un accurato studio di design con l’obiettivo di rafforzarne il legame estetico con la super-sportiva Panigale e di rendere la moto immediatamente riconoscibile sulle strade. Il faro anteriore si caratterizza per le luci diurne a LED, Day Time Running Light (DRL), che garantiscono una perfetta visibilità del veicolo durante il giorno e, allo stesso tempo, grazie alla particolare forma, rafforzano il family feeling con il modello Panigale. Il proiettore è completato da anabbagliante e abbagliante a lampada posizionati in ombra sotto al DRL. Il faro della coda, le luci porta targa e gli indicatori di direzione anteriori, integrati negli specchi retrovisori sono a LED, mentre quelli posteriori a lampada, sostituibili con luci a LED disponibili come accessorio.