Cagiva Mito rinvigorita con un bicilindrico Yamaha

Cagiva

Una interessante ‘Special’ nata nel garage di un nostro lettore che unisce la ciclistica di una Cagiva Mito 125 a un motore bicilindrico Yamaha RD350, datato ma non per questo obsoleto in fatto di prestazioni. Anzi, una cura a travasi, rapporto di compressione, carburazione, airbox ed espansioni allo scarico hanno reso questa leggerissima moto estremamente efficace in pista, oltre che appagante da guidare.

Cagiva

“Si tratta di un progetto partito nel lontano 2002”, ci ha scritto l’amico Mirki, “quando iniziavo a muovere i primi passi nel mondo del disegno tridimensionale e per fare esperienza mi cimentai nel reverse engineering, invero molto casalingo, creando il modello 3D del telaio di una Cagiva Mito e del motore di una RD350, ispirato dai discorsi degli appassionati che scrivevano sul Forum RD350 a cui ero iscritto in quanto possessore di una RD350.

Cagiva

La vostra stessa rivista allora aveva già fatto un articolo su una special con ciclistica Mito e motore RD350, ma secondo me si poteva fare meglio. Da lì è partito il tutto: prima al CAD e poi piano piano facendo i primi esperimenti nel poco tempo libero a disposizione e facendo i conti con le finanze sempre all’osso.

Cagiva

Oggi dopo tante prove e tanti cambiamenti, dopo aver provato prima una configurazione per la pista ed essere poi tornato a quella stradale penso di essere arrivato al risultato finale che avevo in mente agli inizi. Vi mando quindi un po’ di foto della mia Mito-RD 350, sperando di farvi cosa gradita e ringraziandovi per questi anni di proficue letture”.

Ecco dunque l’oggetto di tanti anni di lavoro. Il nostro giudizio è più che positivo, anche perchè rispecchia in pieno lo spirito che da sempre anima i lettori di Moto Tecnica.

Cagiva

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca