Dovizioso e la Ducati in prima fila: secondo a 0.162s Vinales

Ducati
Ottima qualifica per Andrea Dovizioso che col secondo tempo fatto segnare in Q2 (1’32”601), scatterà domani dalla prima fila del GP di San Marino e della Riviera di Rimini. Per lui 0,162s di distacco dalla pole di Vinales con la Yamaha.
Positiva anche la prestazione di Jorge Lorenzo, quinto alla fine della sessione con il crono di 1’32”792. Seconda fila per il pilota maiorchino del Ducati Tea.
Michele Pirro, in gara come wild card con la Desmosedici GP del Ducati Test Team, si è qualificato in undicesima posizione in 1’33”491.
Ducati
Andrea Dovizioso: “Sono molto contento di questa prima fila! La mia seconda posizione per la verità è un po’ inaspettata perché nel turno di FP4 abbiamo lavorato molto con gomme usate e non avevo un gran feeling con la moto, ma quando siamo partiti per le qualifiche ho capito che potevamo essere molto veloci e quindi mi sono concentrato per sfruttare al massimo la seconda gomma. Alla fine è venuto fuori un gran bel tempo e questo conferma che siamo veloci anche qui a Misano.”
Ducati
Jorge Lorenzo: “La mia posizione, quinto e in seconda fila, non è fantastica però sono abbastanza contento, soprattutto della progressione positiva che abbiamo avuto a partire dalle FP4. Ho provato delle ottime sensazioni con la gomma posteriore media ed ho fatto due o tre giri molto buoni. Credo che domani, se il meteo dovesse restare asciutto, potremo restare nel gruppo di testa per tutta la gara. Sembra però che possa piovere e quindi la situazione potrà cambiare completamente e complicarsi per tutti. In ogni caso, anche se dovessimo correre con asfalto bagnato, sono fiducioso che potremo ottenere un buon risultato”.
Ducati
Michele Pirro: “Purtroppo ho compromesso la mia qualifica con una scivolata alla curva 8. La moto ha improvvisamente perso aderenza al posteriore e mi sono trovato a terra dopo un high-side. Questo ha compromesso la strategia che avevamo preparato per ottenere una buona posizione di partenza e mi dispiace molto perché avevamo il potenziale per poter fare meglio. Domani partire in quarta fila complicherà sicuramente le cose, ma il mio obiettivo sarà quello di rimontare il maggior numero di posizioni possibile, perché la competitività della nostra moto me lo può permettere”. 

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca