Bursi Evolution per Ducati Panigale V4

Bursi Evolution

Bursi Evolution è l’azienda creata da Franco Bursi che si è specializzata in parti speciali high-performance per le Ducati, in particolare le bicilindriche più sportive.  Molti ricorderanno l’articolo apparso su Moto Tecnica in cui si presentava la revisione del cinematismo di azionamento della Ducati Panigale, un intervento che Bursi portò avanti con la collaborazione tecnica di Massimo Tamburini…Bursi Evolution Oggi il top di gamma è la V4 e la Panigale (almeno la 1299) sta andando in pensione dunque Bursi si è letteralmente buttato a capofitto nell’analisi della nuova arrivata, identificando due aree sulle quali lavorare. “Ovviamente ho subito pensato di creare un kit frizione a secco con dispositivo anti saltellamento da aggiungere alla serie di frizioni da anni disponibili per tutti i motori Ducati, e poi di intervenire sul punto di pivot del forcellone perché, sentendo i primi commenti dei piloti che portano in pista questa moto, serviva un sistema in grado di variare il centro del perno forcellone attorno alla posizione standard per poter intervenire sul tiro catena e variare i trasferimenti di carico in accelerazione e staccata”. Bursi EvolutionSe della frizione Bursi aveva già dato presentato il prototipo al Motor Bike Expo di Verona lo scorso gennaio, la modifica al telaio e più recente ed è stata presentata al pubblico nel week end del WDW, il World Ducati Week che rappresenta ‘la mecca’ dei ducatisti, di qualunque estrazione essi siano. Per sviluppare sia la frizione sia i nuovi supporti del perno forcellone, Bursi si è avvalso della consulenza progettativa dello Studio AB Project, che opera nel campo della consulenza nell’area tecnica ed è in grado di progettare in 3D, eseguire simulazioni nonché effettuare scansioni e stampe 3D, utilissime queste ultime per una prototipazione rapida e una veloce verifica dimensionale, specie, come in questo caso, quando l’intervento deve avvenire su un progetto esistente.

Bursi Evolution

La scansione 3D è stata utilizzata per creare la base sulla quale disegnare la modifica: in pratica è stata rilevata la geometria della moto nella zona interessata dalla modifica (sostanzialmente quella attorno al cambio), è stato creato il modello 3D e su questo è stato modellato il componente che va a sostituire l’originale. Bursi EvolutionDal modello è stato poi ricavato il pezzo reale mediante stampante 3D per poter verificare il montaggio e le eventuali interferenze con le parti con cui questo si interfaccia. Infine, fatte le necessarie messe a punto queste sono state trasferite sul modello 3D che diviene a questo punto definitivo e dal quale vengono ricavati i disegni costruttivi e il programma da inviare al centro di lavoro che eseguirà la lavorazione meccanica. Il materiale utilizzato è una lega aeronautica (ergal 7075 o avional).

Come visibile dai disegni, le due piastre svolgono più funzioni (la sinistra supporta anche il pivot del cavalletto laterale) e dunque devono essere correttamente dimensionate. Saranno allestiti due kit: quello ‘stradale’ consente una variazione del perno di qualche millimetro rispetto ala posizione standard. Quello ‘racing’ che presenta anche maggiori difficoltà di montaggio consente di raddoppiare, rispetto alla versione stradale, l’escursione del pivot.

Per info:
Bursi Evolution
Tel. 059 333887 – www.bursievolution.cominfo@bursievolution.com

AB Project di Benatti Giulio
www.ab-project.itbenatti@ab-project.it

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca