Prestazioni Michelin a Brno: OK per i primi tre

Michelin

Ormai lamentarsi delle ‘gomme’ Michelin è diventata per qualcuno un’abitudine per giustificare un risultato non gradito. Ma quando i primi tre classificati compiono i loro giri più veloci nel finale di gara utilizzando la mescola posteriore ‘hard’ che tutti (tranne Zarco, Bautista, Smith e Vinales), hanno montato significa che Ducati e Honda (che ha comunque sempre l’asso Marquez da calare quando qualcosa non è perfetto…) hanno lavorato meglio degli altri nel week end. E lo confermano Dovizioso e il tecnico Piero Taramasso, boss della Michelin in MotoGP.

Andrea Dovizioso – Ducati Team: “La gomma davanti ha lavorato davvero bene e sono contento della prestazione odierna, specialmente su una pista dove a causa delle tante buche è normalmente difficile. Eravamo molto concentrati sul posteriore poichè sulla nostra moto dobbiamo fare molta attenzione a preservare le prestazioni fino al termine della gara. In generale il week end è stato positivo, avevamo vantaggio in accelerazione e questo ci ha consentito di avere delle possibilità di lottare per la vittoria fino alla fine. Stiamo ancora cercando di adattare la moto alle gomme cercando di ricavarne le migliori prestazioni e questo è un punto sul quale non smetteremo di lavorare”.

Piero Taramasso – Michelin Motorsport Two-Wheel Manager: “Per noi è stato un week end complesso. Non avevamo previsto fino in fondo le temperature estreme che avremmo trovato. Ma grazie  ai progressi fatti in queste tre stagioni di presenza nella MotoGP oggi la finestra di utilizzo delle nostre gomme è decisamente più ampia e questo è dimostrato dal fatto che in pratica ogni mescola posteriore era utilizzabile oggi. La durata era un punto fondamentale, ma sapevamo che potevamo superare i 21 giri senza problemi, come hanno dimostrato Jorge, Marc e Andrea che hanno fatto il loro giro più veloce proprio all’ultimo giro. E’ quindi stato un week end decisamente positivo per Michelin che rimarrà su questa pista per dei test su un nuovo pneumatico prima di spostarsi in Austria per un altro difficile esame di maturità su una pista dalle caratteristiche uniche”.

franco daudo

Redazione: Moto Tecnica Moto Storiche & d'Epoca